ID 4607
permalink
library I-VgcFondo Rolandi RISTAMPE DAB-DALL
title-page

NINA ossia LA PAZZA PER AMORE / commedia d'un atto / in prosa ed in verso e per musica / tolta dal francese / da rappresentarsi / nel teatro alla Canobiana / la quadragesima dell'anno 1789 / dedicato [sic] / alle LL. AA. RR. / il serenissimo arciduca / Ferdinando / principe reale d'Ungheria e Boemia, arciduca d'Austria / duca di Borgogna e di Lorena ecc., cesareo reale / luogotenente, governatore e capitano / generale nella Lombardia austriaca / e la / serenissma arciduchessa / Maria Ricciarda / Beatrice d'Este / principessa di Modena

edition MilanoGio. Batista Bianchi[1789]
format 16,5x10,4; pp. 55
acts atti 1
dedication i professori della Pia Istituzione Filarmonica agli arciduchi
illustrations

testatina 

performance Milano, Canobbianaquaresima 1789 [marzo]L
libretto [Giuseppe Carpani (traduttore)] - Benoît Joseph Marsollier des Vivetières
composer Nicolas Marie Dalayrac
characters and performers
Nina amante di LindoroAnna Morichelli Bosello
Lindoro amante di NinaGiovanni Prada
Conte padre di NinaAntonio Coldani
Susanna governante di NinaCarolina Cavalieri
Giorgio balio del conteGiuseppe Scarselli
VillanelleAnna Schiroli - Teresa Forlicca
Villani, villane, villanelli, villanelle, servi che non parlano 
stage designers Motta
Mazza
choreographers Pietro Giudice
remarks

[R.] Iª rappr. Parigi, Comèdie-italienne, 1786, col titolo Nina ou La folle par amour; testo con prosa. Iª ed. in R. Iª rappr. italiana, Monza, autunno 1788 (L e SARTORI). Alle pp. 7-9 Avvertimento del traduttore: «L'indole di un tal lavoro nemico d'ogni stentatezza e l'obbligo di conservare intatta la musica dell'originale mossero il traduttore a darne in molti luoghi piuttosto una imitazione che una traduzione [...]»; a p. 12 citato il ballo Il sonnambulo, con lista dei ballerini; a p. 21 (3) evidenti le tracce di un foglietto incollato, che copriva (certo con testo sostitutivo, interamente perduto) l'a. del Conte Nell'orrore di oscura foresta; «direttori de' cori» Bianchi Francesco e Castiglione Antonio. Il musicista compare nella forma Dalairac; il librettista (nell'Avvertimento) nella forma Marsolier.