ID 5671
permalink
library I-VgcFondo Rolandi RISTAMPE DONIZETTI MARIA DI ROHAN
I-VcFondo Torrefranca LIBRETTI TORREFRANCA 2369
title-page

MARIA DI ROHAN / melodramma tragico in tre atti / di / Salvatore Cammarano / posto in musica da / Gaetano Donizetti / maestro di cappella di camera e compositore di corte / di S. M. l'imperatore d'Austria / da rappresentarsi / nel teatro Comunale di Reggio / la fiera del 1844 / dedicato a S. A. R. / Francesco IV / arciduca d'Austria, duca di Modena, Reggio, Mirandola ecc.

edition MilanoGiovanni Ricordi1844
format 15,2x10,5; pp. 36
acts atti 3
dedication Agostino Marchesia Francesco IV arciduca d'Austriapp. 3-4
performance Reggio, Comunalefiera 1844 [28 aprile]FABBRI-VERTI
libretto Salvatore Cammarano
composer Gaetano Donizetti
characters and performers
Riccardo conte di ChalaisRaffaele Mirate
Enrico duca di ChevreuseCesare Badiali
Maria contessa di RohanTeresa De Giulj
Il visconte di SuzePietro Lerantonj
Armando di GondìVincenzo Gobbetti
De FiesqueFerdinando Pedrazzi
Aubry segretario di ChalaisGaetano Mellini
Un famigliare di Chevreuse 
Un usciere del re 
Coro: cavalieri e dame, arcieri, paggi, guardie, domestici 
stage designers Cesare Gandolfi
Pietro Venier
stage-hands Domenico Ferri
costume designers Antonio Ghellidirettore
Antonio Carettoni [sic]caposarto
choreographers [Emanuele Viotti]
orchestra and chorus Luigi Bojerprimo violino direttore d'orchestra
Achille Perimaestro direttore della musica
Prospero Friggerimaestro dei cori
other operators Camillo Faenziattrezzista
Agostino Marchesieditore della musica
remarks

[R.] Iª rappr. con musica di Donizetti, Vienna, Kärntnertortheater, 1843. Iª ed. in R. Iª rappr. ass. Napoli, S. Carlo, 1839, con musica di G. Lillo e col titolo Il conte di Chalais Nella dedica si legge:«[...] lo spartito musicale non ebbe esperimento giammai da Italia, e fu segno soltanto agli applausi di Vienna e Parigi»; insieme con la data fornita da FABBRI-VERTI, questa attestazione induce a ritenere che la Iª italiana con musica di Donizetti sia la presente, e non, come generalmente si assume, 6077. Rappr. col ballo Alfrida da Catania di E. Viotti (FABBRI-VERTI).